poesia

I giorni del glicine

glicine%20monet

Sono i giorni del glicine

-le peonie sono passate e ora

anche i giacinti- Io continuo ad invecchiare

da quando ho scelto di non appartenerti.

E’ stato un tagliare le radici,

un mettere su foglie e frutti

senza passare dai fiori -quelli

li avevamo spenti

alle prime schermaglie infantili-

perché iniziassimo a percorrerle

le nostre vite dovevano finire.


Tu sei indifesa come il glicine maturo

che sposta il vento e chiede

di poter passare. O dio, che lacrimando spegni

le speranze nostre

che ci sia un varco e un gabelliere

per le paludi della pace mesta

il patriarca -dice- non fa festa

se il figlio torna

per essere cacciato. Oggi

la morte ci ha fatto visita -e la vita

discreta, se n’è andata

in punta di scarpette rosse.


Guarda, è fiorito il pesco:

si vede la sua verde fiamma

bucare il solco delle braccia

nell’incavo

delle gemme.

Tu sai di che atmosfere parlo,

hai udito piangere i pianeti

per aver fatto del tempo del raccolto

una semina atroce, che si mangia

e aver disteso l’uroboro in croce.

articoli, bullets

Perché odio i matrimoni

Non so se avete presente il raduno del parentume tirato a lucido per il serraglio ai fiori d’arancio altrimenti detto matrimonio. Dei motivi per cui a riguardo sono così acida mi limito a fare una lista senza commento (a quelli penserete vobis).

1) la zia cleptomane che ruba fiori, candele, segnaposti e centrotavola mentre gli altri sono al buffet

2) il cognato che dopo il terzo giro di antipasti continua a ripetere che ha già cenato e c’è troppa roba, è pieno e non mangerà più nulla, ma sai benissimo che si sbaferà primi, secondo, contorno, frutta, caffè ammazzacaffè e due fette di torta

3) i confetti alla straccianutella, zuppa inglese, tiramisù e cassata che non osi distinguere uno dall’altro e la tua unica certezza è di aver tirato giù un tripudio di conservanti

4) la sposa che, per allentare la tensione, ride come un cavallo imbustato in un abito da abdjfhdgshdhdhsgd mila euro

5) il DJ loffio che mette su un disco di canzoni sconce e le dedica allo sposo

6) la testimone in bilico sul plateau di un finissimo tacco 15 che la fa beccheggiare come un T-rex sudato

7) gli amici balenghi che funestano la serata cercando volontari per giochini di dubbio gusto, stile ‘riconosci la sposa dalla caviglia’ o ‘spegni la candela in testa allo sposo con la pistola ad acqua’

8) la cugina che vuole appiopparti uno scapolo in cerca di affetto (e tu che ti fiondi al buffet impegnandoti con una tartina che si rivela al gorgonzola)

9) la commovente torta a otto piani che si rivela finta peggio della gomma da masticare appena hai la sventura di darci un morso

10) finale transumanza in discoteca, in cui il testimone ballerà sul cubo e lo sposo mostrerà le chiappe tanto per dare il bonjour finesse alla prima alba dei novelli sposi

Poi chiedono dov’eri al lancio del bouquet.

Sono così cattiva?

premi

Sunshine Award

Come si fa a rifiutare un raggio di sole?

Un grazie speciale a Samanta, che ha pensato a me per il Sunshine Award, un’occasione per condividere un sorriso con i miei blog a-mici!

Ma passiamo alle domande imbarazzanti:

1. Colore preferito: azzurro scia di nave -non si vede?? 😀

2. Animale preferito: acciughe, marinate soprattutto, e con un filino di pane sotto non sarebbe male!

3. Numero preferito: 9

4. Drink analcolico preferito: tè nero. Tanto, tanto, tanto troppo tè nero, tanto che finisco due caraffe al giorno e diventoiperattivaistericanervosanoiosanevrastenica

5. Preferisci FB o Twitter: su facebook ho tutti i miei amici, non è divertente dire cattiverie gratuite. Ma su twitter… (muahahahah)

6. La tua passione: Cioccolaaata. Ultimamente ne sto mangiando così tanta che se mi faccio gli esami del sangue ora ci trovano il ciobar…

7. Preferisci ricevere o fare regali: riceverli! Oh che domande!

8. Modello preferito: confesso che, quando vado da Abercrombie, su questo punto sono una persona mooolto indecisa

9. Giorno preferito della settimana: ODIO I LUNEDI’

10. Fiore preferito: adooro ficcare il naso nelle margherite

http://samantagiambarresi.files.wordpress.com/2012/12/sunshine-award.jpg

E adesso, siore e siori, squilli di trombe e rullo di tamburi per chi si aggiudica il premio!

Rocco R. per le sue mirabolanti storie

Senza perché mi ha fatto conoscere un nuovo modo di pensare il tempo

Angela che come me ha un sogno

Ella Gadda per la sua limpida poesia

Esercizi di Pensiero che apre mondi dietro i suoi occhi

New White bear che scrive storie che vorrei riuscire a scrivere anch’io

Annita perché sa come vola la poesia

Accendi la vita perché, tra bipedi e quadrupedi, facciamo tutti parte di una grandissima famiglia

Dolceuragano per le sue bellissime creazioni di grafica

Memorie di una dottoranda perché il calvario accademico toccherà anche a me

Un abbraccio a tutti quanti, il gatto vi saluta!