diario

Cielo di vetro / cronache in vacanza

Mi piace tuffarmi e guardare su. Tutti con pinne maschera e boccaglio a galleggiare di schiena. Bucce scrostate alla pelle del mondo. Ma bucce tecnologiche.

Cosa cercano non si sa. Poi si lamentano che il mare è vuoto. Pieno di vuoti a perdere. Ci si emoziona per un gabbiano o un pesce –vivo, il pesce.

Guardare su è tutta un’altra cosa. I pesci che nuotano al contrario, quello sì che è interessante. Come sono storti. Sospesi, sopra di te. E ti chiedi dov’è il filo.

Ma la cosa più bella è guardare la superficie, quella che stai per toccare perché ormai non resisti più. Il sole scintilla e pensi che peccato. E’ come guardare il cielo con il doppio fondo.

Blu nel blu

Un blu al quadrato

E lì si complica la faccenda del perché è blu.

Annunci

12 thoughts on “Cielo di vetro / cronache in vacanza”

E tu che dici?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...