pensieri

Pensieri

Non ho un pensiero preciso per questo 2 giugno.

Non ho un pensiero, ne ho tanti, spettinati in testa e accesi come candele. Vorrei spegnerli uno per uno e poter dormire, lasciarmi andare con fiducia al mio tempo e darmi da fare, con gli altri, perché i sogni non vengono finché ci sono i pensieri.

Vorrei che vivere qui fosse una danza, scatenata, faticosa e bella.

Non sono disfattista perché qualcosa in me non lo permette. Forse perché va di moda e non nuoto mai dove vedo la corrente. O forse il gatto ci mette la coda.

Però ho un’immagine in testa e una parola.

Vedo le strade della mia città vuote e diffidenti sotto i passi, la tensione che sale nei volti spenti, un cielo lontano e miti vuoti. La solitudine assale. Sarà il male del secolo, sarà la crisi, sarà che dobbiamo cambiare, ma siamo strozzati dal circolo vizioso del vivere per vivere.

E allora seminare.

Questa la parola.

Costruire no perché se costruisci ti spacchi la schiena e quando hai finito ti chiedi perché l’ho fatto? sono davvero felice? e adesso? e sono domande con il vuoto intorno, il nulla nel cuore e il rischio che il tetto ti crolli in testa.

A volte mi ripeto: seminare e prego che la mia vita sia così.

Anche con quello ti spacchi la schiena. Non hai subito un risultato, ma più ti sforzi, più la terra risponde, ti accoglie, e anche se non sai in anticipo quale fiore ti regala, è certo che avrà molta più fantasia della tua speranza.

A questo penso oggi.

E al suono della prima voce che nel ’46 gridò repubblica! in un miraggio da coltivare come un destino, senza nemmeno immaginare che si potesse un giorno non crederci più.

Annunci

11 thoughts on “Pensieri”

  1. Dovremmo sempre rimanere attaccati alle origini,alle radici…allora certe cose non cambierebbero,sicuramente non in peggio almeno.
    Ci son persone che han lottato tanto per ottenere diritti e guarda intorno che sfacelo…
    Meditiamo gente,meditiamo…
    Sweet night cat’s eggs! :0)

  2. Questo post mi ha fatto l’effetto di quando hai in testa una cosa ma non ti viene la parola. Allora inizi a spiegarti girandoci intorno e poi finalmente qualcuno capisce e te la dice. Seminare è davvero una parola da praticare di più.

E tu che dici?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...