poesia

Crisi mistica

Oggi, tornando a casa, cercavo la leva del cambio in motorino.

Ci ho messo un po’ a convincermi che staccare la mano destra dal manubrio non era l’ideale. Eppure pensavo fosse lì, caspita, ho anche il piede sulla frizione.

Sono esaurita. Posso chiedere un consiglio?

Per il certamen alma poetry dell’amobologna poesia festival, non so scegliere.

Mi dite com’è questa?

Come una finestra

al di là dei pensieri

accoglierò il tramonto

guardandoti

e mi saprai spiegare

con le tue dita d’aria

perché abbiamo nei capelli

il vento di una riva che in noi

ha seminato conchiglie

Devo spedirne altre due e non so se questa, questa oppure quest’altra.

Vi offrite volontari per una classifica, veero?


P.S: fino a domenica sarò dalla nonna in montagna, a recuperare il senno e i chili persi (e a sfoltire la selva di pagine che devo impararmi di qui all’esame). Nel frattempo non potrò mettere zizzania, postare versi assurdi e intasarvi la bacheca.

Ditelo che siete sollevati!

Annunci

21 thoughts on “Crisi mistica”

      1. È normale che all’artista sembrino senza senso!!! L’importante è quello che trasmette 😉 vai tranquilla!!! 🙂 🙂

  1. Albero

    di nebbia, mano

    che disegna il tempo

    la tua presenza è un lascito

    di sogno

    e non importa

    se non ti ho baciato

    …a me piace questa.
    Ma, se posso…io la chiuderei lì, al non importa…
    E un bacetto te lo mando io, piccola…

E tu che dici?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...